Ecco come fanno le faccette in ceramica a migliorare le tue opportunità

Ecco come fanno le faccette in ceramica a migliorare le tue opportunità

Ho guardato su YouTube una lezione di Roger Lannoy in cui viene spiegato che una delle paure più grandi delle persone è quella di non essere accettate.

Sicuramente avrai provato questa paura varie volte nella vita

  • Prima di un esame o un’interrogazione
  • Prima di chiedere ad una ragazza o ad un ragazzo di uscire
  • Prima di un colloquio di lavoro
  • Durante una trattativa per una vendita se sei un commerciante, un venditore o un imprenditore

Bene, questa paura frena incredibilmente la tua possibilità di successo perché proprio a causa sua eviterai certe situazioni dove rischi di essere rifiutato e perderai incredibili occasioni.

Un grandissimo formatore americano del secolo scorso, Dale Carnegie, in uno dei suoi libri ci dà la soluzione.

In realtà ci dà sei soluzioni, sei regole per farsi benvolere dagli altri. Pensa quale valore hanno queste regole. Pensa quante frustrazioni, quanti fallimenti, quante occasioni perdute avresti potuto evitare se fossi stato capace di farti benvolere dagli altri.

Riusciresti senza troppe difficoltà anche a farti trattare e servire bene dall’impiegata stressata della posta il sabato mattina alle 12:50.

Ora ascoltami, ascoltami molto attentamente… lo so che se stai smanettando su internet non hai voglia di concentrarti, quello lo fai già quando studi o lavori, ma questa cosa è fondamentale.

Parlavamo di sei punti. Cinque richiedono un minimo di impegno e, visto che quando traffichiamo on-line siamo in modalità stand-by, non te li elenco neanche (se sei interessato devi comprarti assolutamente il libro di Carnegie). Ma uno, quello secondo me più immediato, più potente, più importante, te lo voglio rivelare. Non ti costerà nessuno sforzo intellettuale, considera che l’ho insegnato a mia figlia quando aveva 2 anni (DUE ANNI!!!) e continuo a ricordarglielo ogni volta che posso.

Se poi avrai occasione chiedi alle nostre segretarie: se lo sentono ripetere almeno tre volte al giorno.

Bene qual è questo segreto?

SORRIDERE

L’insegnamento che ho dato a mia figlia a due anni?

quando vuoi ottenere qualcosa da qualcuno chiedigliela sorridendo! Fammi vedere bene bene i dentini …Ok così bravissima!”

Adesso tu dirai “Beh, che ci va?”

Chiedilo alla ragazza di destra nella foto.

Faccette - Anna e Lina

Questo è un selfie scattato quest’estate che ho chiesto di poter utilizzare per questo post. Le due ragazze sedute davanti sono sorelle e guarda caso sono anche due nostre dipendenti. Anna e Lina. Anna sorride sempre e volentieri, Lina anche se è una ragazza molto solare e carina non sorride e quando proprio deve si copre la bocca con la mano oppure tira giù più possibile il labbro superiore per coprire i denti.

Avrai visto a volte persone che si forzano di non sorridere o che quando sorridono coprono la bocca con la mano. Magari anche tu sei in questa situazione. Prova a farci caso. Dopo un po’ la cosa diventa automatica e se non si fa qualcosa si rimane destinati a non sorridere per tutta la vita con tutte le conseguenze negative che ne derivano. E non dire “beh tanto l’abito non fa il monaco”! Qui l’abito il monaco lo fa eccome! Un bel viso senza il sorriso è un viso MUTILATO!

E senza dubbio una persona avrà minor successo se non potrà utilizzare durante la propria vita lo strumento del sorriso

Attenzione però, Lina i denti ce li ha. Sanissimi tra l’altro! Ha pur sempre 24 anni!

Il problema è che sono piccoli e questo fa in modo che tra i denti ci siano degli spazi antiestetici che non la fanno sentire a suo agio quando sorride.

Ecco guarda costringiamola a sorridere per una foto:

Lina senza faccette

Ti chiederai come si può risolvere un problema di questo tipo. Lo abbiamo di recente descritto in un articolo che verrà pubblicato sull’International Journal of Esthetic Dentistry (una rivista scientifica internazionale che si occupa di estetica dentale).

La soluzione è quella che ha adottato Anna, la sorella di Lina, ricordi?

Anche lei tre anni fa non sorrideva mai e si copriva la bocca. Lei però è stata più fortunata: ha iniziato a lavorare con noi due anni prima e le abbaiamo spiegato che il problema del suo sorriso era risolvibile in modo semplice e veloce.

In realtà la soluzione è semplice per il paziente ma molto complessa per il dentista e per l’odontotecnico che devono essere ESTREMAMENTE ESPERTI nella gestione di casi così delicati. Non si può rovinare il sorriso di una ragazza carina di 20 anni! Se ci metti mano devi essere al top!

Bene…Anna è passata da questo sorriso

Sorriso Anna senza faccetteA questo

Anna con faccetteLo noti il cambiamento!?

Credi ancora che l’aspetto del sorriso non possa influire sulle tue opportunità?

Tutti i sorrisi che vedi qui sopra sono stati riabilitati da noi con l’utilizzo di faccette in ceramica.

E il bello è che tre sono ragazzi che lavorano in clinica, la quarta è la moglie di un altro ragazzo che lavora con noi. Se chi vede le cose da dietro le quinte, conosce i problemi, le soluzioni, i materiali e gli operatori si affida a questa soluzione ci sarà un motivo!!!

Voglio ancora farti vedere due foto ravvicinate per farti capire quali eccezionali risultati si possono ottenere oggi se ti affidi ad OPERATORI ESPERTI.

Questo è un altro dei sorrisi che vedi qui sopra. Quello della prima ragazza a sinistra.

Prima delle faccette:

Debora prima delle faccette

 

 

 

 

Dopo le faccette:

Faccette Debora

 

 

 

 

 

Lina pronta per faccette

Non ti dispiacere troppo per Lina! Stai tranquillo! Qui di fianco la vedi pronta ad abbellire il suo sorriso con faccette e qui sotto puoi vedere il video che abbiamo dedicato alla rinascita del suo sorriso! Spettacolo!

 

Se per caso ti sei accorto che anche tu non sorridi perché non sei a tuo agio ora sai che la cosa si può risolvere!

 

Federico

3 Commenti
  • erik

    8 dicembre 2015 at 13:50 Rispondi

    Troooooooooppo top!!!!!!!

    • pamela

      4 agosto 2016 at 13:11 Rispondi

      mi piacerebbe sapere quanto costa

      • mrodonto

        4 agosto 2016 at 13:34 Rispondi

        Ciao, Pamela! Ho visto che hai fatto un commento simile su facebook a cui ho risposto se avevi una domanda di riserva! ????Comunque, a parte gli scherzi, non ci piace dire i costi di una singola prestazione, perché tanto il piano di cura cambia da persona a persona, può anche essere che le faccette non siano indicate per una persona interessata a farle. Di solito invitiamo ad effettuare una prima visita, che nel mio studio è gratuita. Comunque una faccetta in ceramica costa più o meno come una corona in ceramica…

Scrivi un commento