COME POSSO RIAVERE I MIEI DENTI FISSI SE HO POCO OSSO PER GLI IMPIANTI?

COME POSSO RIAVERE I MIEI DENTI FISSI SE HO POCO OSSO PER GLI IMPIANTI?

Non è raro vistare pazienti che sono convinti di non avere abbastanza osso per mettere gli impianti e riottenere così i propri denti fissi.

Magari hanno sopportato per anni i disagi di una protesi mobile o addirittura sono rimasti senza denti o con denti molto compromessi perché erano convinti di non avere abbastanza osso per riavere i denti fissi.

In realtà abbiamo diverse soluzioni a questo problema. Tutte ormai consolidate da anni di pratica in tutto il mondo e un notevolissimo supporto scientifico.

  1. Spesso, anche se l’osso e scarso è possibile inserire gli impianti in zone specifiche dove l’osso e presente. Questo consente di riottenere i denti fissi immediatamente senza dover ricorrere ad innesti di osso.
  2. Nei casi in cui questo non è possibile abbiamo a disposizione tecniche per aumentare il volume osseo che oggi sono diventate molto poco invasive e vengono eseguite in anestesia locale con tempi di recupero molto veloci.

Ad esempio nel primo caso, quando mancano tutti i denti di un’arcata, utilizziamo una tecnica denominata all-on-4 che viene applicata ormai da quasi vent’anni con risultati entusiasmanti.

Questa tecnica consente di evitare innesti ossei quando si devono inserire tutti i denti fissi di un’intera arcata sfruttando le zone anteriori della mascella e della mandibola dove nella maggior parte dei casi abbiamo osso a sufficienza.

E’ una procedura molto confortevole anche per il paziente perché tutto si risolve in un intervento che dura meno di un’ora spesso senza nessun tipo di dolore post operatorio. Ovviamente il tutto deve seguire un’accurata preparazione ed essere eseguito seguendo rigidi protocolli che vanno dalla sterilità nella sala chirurgica alla prescrizione dei corretti farmaci post-operatori.

Nella maggior parte dei casi è poi possibile connettere immediatamente i denti fissi con una procedura che si chiama carico immediato.

Nei casi invece in cui l’osso non è proprio sufficiente, si rientra nell’opzione due.

Possiamo quindi ricostruire l’osso con varie tecniche ormai affidabili e comprovate per poi inserire gli impianti in un secondo momento. Differentemente dall’opzione di cui parlavamo prima, in questo caso, i tempi si allungano un pochettino.

Le tecniche si sono ormai affinate e  anche la ricostruzione ossea di un’intera arcata viene oggi eseguita in anestesia locale con tempi di recupero estremamente veloci.

Il consiglio che ti diamo quindi e questo: anche se credi di non avere abbastanza osso e di non poter riavere i tuoi denti fissi, rivolgiti ad un implantologo esperto per trovare la soluzione migliore al tuo problema.

Nel nostro poliambulatorio ci occupiamo da anni di chirurgia implantare avanzata ed è diventata per noi una missione restituire i denti fissi a chi vuole ritrovare una migliore qualità di vita.

10 Commenti
  • Rosanna

    22 luglio 2020 at 23:56 Rispondi

    Gentile dottore,

    Ho devitalizzato un dente 10 anni fa. 5 mesi fa, ho risistemato la capsula che si muoveva gia’ da un po’ ricementandola (da un altro dentista). Dopo poco ho cominciato a sentire un fastidio sulla gengiva e da 3/4 settimane e’ spuntata una fistola. Secondo il dentista c’e’ una frattura della radice che ha creato una infezione e che il dente e’ perso. L’infezione non e’ all’apice della radice ma laterale e quasi al bordo esterno della gengiva. Quindi propone di togliere tutto e mettere un impianto oppure un ponte. Io onestamente sono rimasta un po’ male, perche’ il dente non mi ha mai dato problemi e solo dopo l’ultimo intervento qualcosa e’ successo. Lei avrebbe un consiglio da darmi? Grazie anticipatamente.

    • mrodonto

      23 luglio 2020 at 2:07 Rispondi

      Purtroppo dal racconto sembrerebbe deporre tutto per una frattura. Le corone non ballano di solito e non vanno ricementate. Tra l’altro se ballava e non si staccava era probabilmente perché ballava insieme a un perno. Quando si stacca una corona con perno spesso è perché il dente si è fratturato e quindi allargato un po’, quel tanto che basta a inficiare la cementazione e cominciare a far ballare la corona. Quando si ricementa si tappano spesso batteri e la situazione peggiora generando ascessi o fistole. Non l’ho visitata clinicamente e radiograficamente ma dalla descrizione direi proprio che può fidarsi di quanto le è stato detto. È molto probabile che il dente sia da estrarre e sostituire con un impianto.

  • Arena Angela

    22 luglio 2020 at 13:33 Rispondi

    Mi piacerebbe avere il vostro indirizzo e nr di telefono per una visita ed eventuale preventivo grazie.

    • mrodonto

      22 luglio 2020 at 14:19 Rispondi

      Siamo a Cuneo in Via Cascina Colombaro 37. Il telefono è 0171619210

  • Ombretta Pellanda

    20 luglio 2020 at 22:42 Rispondi

    Vorrei avere un idea sui costi….nel caso emiatcara superooresx e molare dx.

    • mrodonto

      21 luglio 2020 at 0:49 Rispondi

      Mi spiace ma non facciamo preventivi a spanne senza una visita.

  • Ruggero campeggio

    20 luglio 2020 at 9:24 Rispondi

    Ho pochissimo osso

  • Valperga Cristina

    19 luglio 2020 at 21:35 Rispondi

    Rassicurante…

  • Franca sapino

    19 luglio 2020 at 15:20 Rispondi

    Buongiorno
    Devo fare arcata superiore e inferiore.
    Vorrei sapere dove siete.
    Qualche indicazione di prezzo.
    Grazie

    • mrodonto

      20 luglio 2020 at 0:44 Rispondi

      Siamo a Cuneo. Indicazioni di prezzo non ne diamo mai perché non puntiamo ad attrarre pazienti che cercano il prezzo.

Scrivi un commento