IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO: FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA!

IMPLANTOLOGIA A CARICO IMMEDIATO: FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA!

Se ti stai informando sull’implantologia a carico immediato avrai sicuramente trovato una marea di informazioni contrastanti…su internet, sui giornali e negli studi dentistici dove ti sei fatto visitare.

Volendo informare il paziente nel modo più chiaro possibile per renderlo consapevole nell’affrontare le cure dal dentista, cercherò di chiarirti quelli che secondo me sono gli aspetti fondamentali del problema. Senza usare termini tecnici e con il linguaggio terra-terra che contraddistingue da sempre i nostri articoli.

Voglio parlare in particolare di quei pazienti che devono riabilitare un’intera arcata (mettere tutti i denti sopra o tutti i denti sotto).

Partiamo dalla base:

  • l’IMPIANTO DENTALE è una vite di titanio commercialmente puro che si avvita nell’osso che sta sotto la gengiva. A questa vite si ancorano i nuovi denti fissi.
  • Se manca un dente si posiziona una sola vite, se mancano più denti si posizionano più viti (in alcuni casi una vite sola può sostenere due denti)
  • Se mancano tutti i denti di un’arcata, si possono ancorare tutti a 4 impianti (in alcuni casi ne mettiamo 6 ma è molto raro)
  • Se la vite si stabilizza per bene nell’osso allora il dente o i denti fissi possiamo metterli subito e si parla di implantologia a carico immediato (immagina di mettere una vite nel cemento o nel compensato, nel primo caso puoi stringere con quanta forza vuoi, nel secondo caso ad un certo punto la vite comincia a girare a vuoto perché il compensato si spana). Quindi se il tuo osso è bello duro (e questo avviene quasi sempre) i denti fissi si possono mettere SUBITO, se invece è un po’ più morbido si dovranno aspettare DUE MESI.
  • Un’ultima cosa: “caricare gli impianti” significa attaccarci i denti fissi

 

Ora tu mi chiederai “Ma perché solo 4 impianti e non 12? Io devo mettere 12 denti? Se metto più impianti sicuramente tengono meglio”.

 

RISPOSTA NUMERO UNO: Aspetto biologico. Senza citare grosse fonti scientifiche posso dirti una cosa: forare l’osso in 12 punti e sicuramente più invasivo che forarlo in 4 punti e oggi la chirurgia deve essere indirizzata alla minore invasività possibile.

RISPOSTA NUMERO DUE: Aspetto economico.

Dal momento che la ricerca scientifica ha dimostrato che 4 impianti bastano (considera che ci sono alcuni innovatori che stanno provando ad usare solo due impianti!) perché mai dovresti pagarne 8 o addirittura 12??

E magari mi farai anche un’altra domanda “Ma perché dobbiamo mettere subito i denti fissi? Aspettiamo un po’ così siamo più sicuri che vada tutto bene?”

 

RISPOSTA UNICA: Considera che la ricerca scientifica ha dimostrato che gli impianti caricati SUBITO (se sono abbastanza stabili) funzionano bene esattamente come quelli caricati dopo DUE o QUATTRO mesi. Considera poi che se gli impianti non vengono caricati subito, tu dovresti trascorrere quei due o quattro mesi con un bella dentiera con la quale non potrai neanche mangiare serenamente perché sotto ci sono gli impianti che stanno guarendo! Immagina che bel periodaccio scomodo! Poi dovresti subire un altro intervento per riaprire la gengiva e connettere gli impianti al ponte fisso. Se si può fare tutto subito ti eviti la dentiera provvisoria e il secondo intervento. Mi sembra meglio non credi?

Quindi nella malaugurata ipotesi che tu non abbia più i denti o debba togliere quelli che restano, quando è attuabile, l’implantologia a carico immediato su quattro impianti secondo noi è la soluzione in assoluto migliore.

L’intervento dura un’oretta (in mani esperte 20 minuti) e CINQUE ore dopo esci dallo studio con i tuoi denti fissi provvisori.

ATTENZIONE PERO’! Quelli messi in 5 ore sono provvisori! Dopo tre mesi in cui vengono svolti attenti controlli e viene verificata la corretta guarigione verrà confezionato il ponte definitivo che sarà realizzato con materiali adeguati a durare negli anni.

Ultimo concetto. Abbiamo detto che a volte questa procedura non è possibile. Per fortuna questi sono casi molto rari e le possibilità sono tre:

  • Nel tuo caso non è possibile mettere impianti. Fortunatamente questa è una condizione molto rara e coincide con condizioni di salute generale molto compromesse o con l’assunzione di farmaci utilizzati in casi molto gravi.
  • Il tuo osso è sufficiente ma è morbido. SOLUZIONE: si mettono gli impianti, passi due mesi con la dentiera provvisoria e poi si mettono i denti fissi.
  • Il tuo osso non è sufficiente. SOLUZIONE: si ricostruisce l’osso e poi si mettono gli impianti. In quest’ultimo caso i tempi si allungano parecchio (dagli otto mesi all’anno) ma non ho mai trovato un paziente di questo tipo che alla fine non fosse molto soddisfatto del risultato. In alternativa si possono usare gli impianti zogomatici che si ancorano all’osso zigomatico e non a quello mascellare, comunque eseguibili nella nostra struttura in anestesia locale.

Nella nostra struttura odontoiatrica ci occupiamo da anni di tutte queste soluzioni.

Se necessiti di una valutazione del tuo caso la soluzione migliore e quella di rivolgersi ad UN IMPLANTOLOGO ESPERTO che saprà guidarti nel corretto percorso diagnostico e trovare la soluzione giusta al tuo caso.

3 Commenti
  • Maria Rosa Pau

    11 luglio 2019 at 10:31 Rispondi

    Salve, io ho avuto una brutta malattia che pian piano mi ha fatto perdere tutti i denti.
    In pratica non ho le ossa per sostenere i denti.
    Volevo sapere, quanto è più o meno il costo per la ricostruzione delle ossa e l’impianto di tutte e due le arcate, Si può fare un intervento simile?
    Cordiali saluti

    • mrodonto

      14 agosto 2019 at 14:21 Rispondi

      Buongiorno, chiedo scusa per la risposta tardiva. Problemi con la segnalazione della posta…😭
      Il suo problema è sicuramente risolvibile ma per avere una diagnosi, un piano di trattamento e un preventivo preciso serve una visita clinica completa.

  • Giuseppe acatte

    17 marzo 2019 at 23:59 Rispondi

    Spiegazione molto chiara grazie

Scrivi un commento