QUELLO CHE NON SAI SUGLI IMPIANTI DENTALI

QUELLO CHE NON SAI SUGLI IMPIANTI DENTALI

Come ben sai ottobre è da parecchi anni considerato il mese della prevenzione dentale. Visto però che noi eseguiamo durante tutto l’anno di visite di prevenzione abbiamo deciso ormai da vari anni di utilizzare questo mese per sensibilizzare i pazienti circa l’importanza di sostituire i propri denti persi con nuovi denti fissi sostenuti da impianti in titanio.

Ogni settimana visitiamo decine di pazienti ai quali mancano alcuni denti, che sopportano i disagi di protesi mobili o che hanno i denti ormai completamente compromessi.

Quando spieghiamo loro che oggi la soluzione più moderna per riottenere i propri denti fissi sono gli impianti in titanio, spesso ci accorgiamo che hanno alcuni dubbi.

E noi siamo ben felici di chiarirli.

  • L’interventino chirurgico richiesto per inserire gli impianti è diventato oggi estremamente semplice e veloce se eseguito da un chirurgo esperto. Molto spesso nella nostra struttura l’inserimento degli impianti dura pochi minuti e quasi sempre, anche nei casi più complessi, tutto si risolve in meno di un’ora.
  • Ovviamente durante la procedura non si sente nessun tipo di dolore e anche dopo, grazie alle tecniche poco invasive e al protocollo di famaci che prescriviamo i fastidi sono quasi nulli
  • I nostri anestesisti sono poi esperti nell’eliminare l’ansia dei pazienti più paurosi e nell’eliminare il dolore post operatorio.
  • I tempi sono molto più veloci di una volta e nella maggior parte dei casi è possibile riavere i propri denti fissi provvisori entro 5 o 6 ore seguendo il protocollo che abbiamo sviluppato e che ormai insegniamo ogni anno a centinaia di dentisti in Italia e nel mondo
  • Certo gli impianti non sono esenti da problemi ma nel 98% dei casi va tutto bene e l’impianto viene correttamente inglobato dall’osso. Nella piccola percentuale di casi sfortunati in cui un impianto viene perso, nella nostra struttura questo viene sostituito senza nessuna spesa aggiuntiva da parte del paziente.
  • C’è poi un ultimo dubbio che spesso ci troviamo a dover chiarire al pazienti. Gli impianti si possono inserire anche in quei pazienti che hanno poco osso o “poca gengiva” come ci dice qualcuno. Ci sono situazioni in cui gli impianti sono controindicati, certo, ma sono molto rare e non hanno mai a che fare con la quantità di osso.

Da 15 anni ci occupiamo di restituire i denti fissi ha chi li ha persi lavorando sempre con l’obiettivo di raggiungere il miglior risultato estetico possibile. Abbiamo quindi maturato una grande esperienza anche in quei casi complessi in cui sono necessari degli aumenti di osso prima di posionare gli impianti

Proprio per questo nel mese di ottobre, come già facciamo da diversi anni, metteremo a disposizione la nostra esperienza per valutare il caso di chi vuole riottenere i propri denti fissi e tornare ad avere un bel sorriso.

Per prenotare la tua valutazione telefona al numero 0171619210

2 Commenti
  • Aliona

    23 ottobre 2020 at 18:21 Rispondi

    Buongiorno Dottore,
    Per un trauma subito nell’adolescenza ho dovuto estrarre gli incisivi inferiori centrali. Mi viene consigliato 1 impianto con corona doppia (1 a bandiera) che a me non convince tanto. Vorrei sapere se è così complicato e controindicato mettere 2 impianti e 2 corone separate. Grazie

    • mrodonto

      23 ottobre 2020 at 20:47 Rispondi

      Buongiorno, dipende dallo spazio in orizzontale. Per mettere due impianti serve una distanza tra i due denti di fianco alla lacuna di un certo tipo. Mettere un solo impianto con un dente a bandiera può essere una buona idea in molti casi. Anche quando il sito di uno dei due denti persi avesse un quantitativo di osso molto inferiore a quello dell’altro dente estratto. Non è nè difficile sè vietato mettere due impianti con due denti, ma a volte risulta controindicato, e questo deve chiederlo al dentista che l’ha in cura e che conosce ovviamente il caso

Scrivi un commento